Carrelli elevatori

15 521 annunci di Carrelli elevatori

Macchine da magazzino (2400)

Macchine da magazzino
  • Transpallet (868)
  • Stoccatori (608)
  • Carrelli retrattili (359)
  • Carrelli commissionatori (279)
Altro

Carrelli retrattili (359)

Carrelli retrattili

Carrelli multidirezionali (65)

Carrelli multidirezionali

Carrelli elevatori

I carrelli elevatori, comunemente chiamati muletti, sono dei veicoli industriali utilizzati per sollevare e trasportare materiali, caricare e scaricare merce dai camion e treni merci verso stive delle navi. Il carrello elevatore moderno è stato sviluppato nel 1920 da varie società, tra le quali le società Clark e Yale & Towne Manufacturing.

Il carrello elevatore da allora è diventato uno strumento indispensabile nella produzione e le operazioni di stoccaggio. Le sue aree di attività sono principalmente il recupero delle linee di produzione dei prodotti finiti alle aree di stoccaggio, carico e scarico di trasporto (come automobili o camion) , delle stive delle navi, e la sua flessibilità permette molti usi.Le principali tipologie di carrelli elevatori sono:

  • Pallet manuale o elettrico
  • Carrelli elevatori elettrici
  • Carrelli commissionatori   
  • Carrelli elevatori trilaterali
  • Telescopico
  • Carrelli elevatori laterali
  • Carrello retrattile  

Carrelli elevatori

Carrelli elevatori

Componenti dei muletti: Il Telaio: la base della macchina. Gli assali, l’albero, il contrappeso, le ruote, il tettuccio e la base dell’ alimentazione sono fissati al telaio.

• Il contrappeso: una massa di ghisa montata sul retro del telaio carrello elevatore. Lo scopo contrappeso è quello di compensare il peso portato, onde evitare il ribaltamento. La grande batteria al piombo-acido di un carrello elevatore elettrico aiuta a fungere da contrappeso.

• La cabina: consiste in un sedile per il guidatore, i pedali per lo sterzo, il volante, gli interruttori, le leve, i pulsanti ed il cruscotto (che funge da indicatore di informazioni). La cabina può essere aperta o chiusa. Anche se aperta è sempre almeno costituita da un telaio in forma di gabbia con funzione  protettiva dai pericoli circostanti. Può anche avere un riscaldamento e clima.

• Overhead Guard: un solido tetto in metallo, che è sostenuto da quattro pali verticali agli angoli della cabina. Protegge il conducente da cadute di oggetti e da altri incidenti. Il tettuccio a volte è costruito come una parte integrante del telaio.

• Fonte di energia: può essere un motore a combustione interna che utilizza gas propano liquido (GPL), gas metano e gas combustibile o gasolio. Il motore dei carrelli elevatori può anche essere elettrico. I motori elettrici possono essere di due tipi : a corrente continua o alternata.

• L’ albero: è l’assemblaggio verticale di profili metallici che effettua il sollevamento del carico. Si compone di guide a incastro che forniscono anche la stabilità laterale. Le guide ad incastro possono  avere come guide rulli o boccole. L'albero è azionato idraulicamente, e gestito da uno o più cilindri idraulici, direttamente o tramite catene dal cilindro. Può essere montato sull'asse anteriore o direttamente sul telaio del carrello elevatore.

• Trasporto: la parte del carrello elevatore alla quale eventuali attacchi sono collegati. È fissata in verticale e si muove sui binari con delle catene o può essere collegata direttamente al cilindro idraulico. Il carrello, come l'albero, avrà o rulli o boccole per guidare il movimento. • Carico schienale: la fissazione si fa saldandolo o bullonandolo per evitare che il peso del carico provochi lo spostamento all'indietro, quando il materiale da trasportare  è sollevato ad altezza piena.